«Dilettante di gran classe».

Sono fatta d'ansia e di sangue, poca carne e molta carta (di libri); sono innamorata dell'idea d'essere innamorata, sono un concentrato di contraddizioni che combaciano perfettamente tra di loro e per questo mi rendo conto di essere una persona essenzialmente problematica. Amo Harry Potter, i Beatles, Nole, Lady Gaga, il sole, i libri, il mare e potrei morire per un accento inglese. Sono una fangirl, telefilm addicted e fashion victim. Ah, mi chiamo Rossana, ho 22 anni, sono una studentessa di lettere e sono italiana.

«Io veramente non sono un uomo: io sono troppo spirito».

"Io sono troppo spirito.”
— Soren Kierkegaard.
"Una volta un poeta ha detto che la fame è il bisogno più importante che abbiamo, la prima lezione che impariamo. Ma la fame è un bisogno facile da calmare, da saziare. C’è un’altra forza, un altro tipo di fame… Una sete inesauribile, impossibile da soddisfare. E’ proprio quest’altra forza che ci rende ciò che siamo, che ci rende umani. Questa forza è l’amore.
Vedete, l’amore è l’unica forza che non può essere spiegata, non può essere ridotta ad un semplice processo chimico. E’ il faro che ci guida verso casa quando non c’è più nessuno. E’ la luce che illumina il nostro smarrimento. La sua assenza ci priva di tutti i piaceri, della nostra capacità di provare gioia. Rende le nostre notti più oscure e i nostri giorni più cupi.
Ma quando troviamo l’amore, non importa quanto sia sbagliato, triste, o terribile, noi ci aggrappiamo ad esso. Ci rinforza. Ci mantiene sulla retta via. Si nutre di noi come noi di esso.
L’amore è la nostra grazia. L’amore è la nostra rovina”
— The Strain.
©
>